La prossima democrazia. Dialogo – deliberazione – decisione

la prossima democrazia

La democrazia rappresentativa soffre di una seria crisi di legittimazione, e non solo in Italia; i suoi canali di partecipazione politica portanti – elezioni e partiti – sono in serio affanno. Il nostro sistema politico rischia di perdere l’essenza e il senso della democrazia, conservandone solo l’involucro esterno, rappresentato quotidianamente nello spettacolo mediatico. Se vogliamo non solo proteggere, ma valorizzare i beni normativi della democrazia – inclusione, controllo popolare, accountability, responsiveness, trasparenza, efficacia, libertà individuali, diritti politici, cittadinanza – la strada è ‘più democrazia’. Ma come? La ‘partecipazione’ istituzionale è tipicamente solo informazione/consultazione degli interessi organizzati (una pratica più corporativa che democratica) o dei cittadini, in questa caso spesso in modo molto superficiale e poco influente. I movimenti sociali per parte loro intendono invece la partecipazione come democrazia diretta, declinata come assemblearismo, ma che è in realtà una forma di mobilitazione, forse anche poco democratica. In ogni caso, queste forme di coinvolgimento sono poco rappresentative della società nel suo insieme.
E’ possibile un’altra forma di coinvolgimento dei cittadini che sia dialogica, rappresentativa, informata, efficace? Decine di esperienze in corso da decenni in molti paesi (Italia compresa) e una robusta elaborazione teorica suggeriscono come la partecipazione dialogico-deliberativa possa contribuire alla rivitalizzazione della democrazia integrando le istituzioni rappresentative. La partecipazione deliberativa mobilita energie e intelligenze collettive mirando a generare scelte condivise che incorporano saperi esperti e comuni, e che creano ponti tra valori, opinioni, preferenze ed interessi diversi ed anche in conflitto. Per questo la partecipazione deliberativa appare appropriata ad una società plurale e complessa come quella in viviamo. Inoltre, si tratta di una proposta realistica perché tiene conto della limitata disponibilità di molti cittadini comuni a partecipare: ‘ripescando’ idee democratiche di altre epoche, valorizza il sorteggio e la turnazione fra cittadini comuni, consentendo loro di dare un contributo significativo alle scelte pubbliche che li riguardano.
Il volume presenta questo approccio innovativo, illustrandolo con numerosi esempi concreti sia in Italia che in altri paesi.
Il volume, che vuole essere un contributo alla diffusione della partecipazione deliberativa in Italia, é scaricabile gratuitamente, previa registrazione, dal sito www.laprossimademocrazia.com. Una copia cartacea può essere acquistata on demand da LULU.

Prego di non diffondere direttamente il file.

La prossima democrazia. Dialogo – deliberazione – decisione, di Rodolfo Lewanski, 2016, ISBN 978-1-326-35022-2

0 Comments

Leave a reply

©2019 Associazione Italiana per la Partecipazione Pubblica - AIP2.

or

Log in with your credentials

or    

Forgot your details?

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi